easy html site maker software

Cenerente  -  MONTE TEZIO  -  le  TRE  CROCI

La Croce della Pieve sulla sommità del monte, a 942 metri, versante sud–ovest, 5.50x2.30, del 1912. Sostituisce la precedente Croce del Giglio, di legno, e prende il nome dalla parrocchia di Pieve Petroia cui appartiene il territorio ove si erge. Il giorno dell’inaugurazione c'erano tante persone che il parroco di Migiana di Monte Tezio, don Erminio Mignini, si arrampicò in cima alla croce.
La Croce di Fontenova, in legno di quercia, 5.10x2.10, fu costruita e collocata nel 1935 da Disco Michele, colono devoto a Santa Eurosia, protettrice delle messi e dei raccolti, che la volle orientare in direzione di Fontenuova, in contrapposizione con quella già esistente di Migiana di Monte Tezio.
La Croce di Migiana è la più vecchia della zona di Migiana, nei primi anni del 1900 la croce era di legno e solo nel 1932 – 1933 è stata collocata quella in ferro, commissionata da don Erminio Mignini, parroco di Migiana, costruita dal fabbro di Cenerente Socrate Maccherani e sistemata dal muratore Arsenio Tondini di La Bruna. Fu portata a spalla da alcuni giovani del paese che poco dopo partirono per la guerra in Africa e Grecia. (da "Le croci del Tezio", Associazione Monti del Tezio)
(foto Claudio Maccherani, 2015)